Consigli per i pazienti: come pulire le protesi dentarie mobili

Consigli per i pazienti: come pulire le protesi dentarie mobili

Guida per i pazienti: come pulire le protesi dentarie mobili per mantenerle in buono stato

Curare con attenzione l’igiene dei dispostivi protesici mobili è un’abitudine che aiuta a mantenerli in buono stato ed è soprattutto utile per mantenere in salute il cavo orale. È importante spiegare ai pazienti come pulire le protesi dentarie mobili in modo corretto, personalizzando l’approccio motivazionale alle differenti esigenze anatomiche tissutali e strutturali del manufatto protesico. 

Ci sono pazienti che indossano soltanto dispositivi protesici superiori, inferiori oppure entrambi. Ve ne sono altri che hanno ancora una parte di dentatura naturale, o protesi con ganci (scheletrati). 

Perché è importante curare la pulizia dei dispositivi protesici 

Effettuare un’igiene costante e accurata dei dispositivi protesici è utile per mantenere bassa la carica batterica del cavo orale, preservando la salute del cavo orale. La placca batterica si deposita sugli apparecchi protesici, sia sulla resina che sulle leghe metalliche, dando luogo alla formazione del  tartaro, che risulta essere molto difficili da rimuovere e che necessita dell’intervento del professionista , dentista o igienista dentale .Ecco perché è importante che i pazienti vengano motivati al corretto modo di pulire le protesi dentarie mobili con uso di prodotti efficaci. 

Come pulire protesi dentarie mobili

L’igiene quotidiana contempla l’uso di spazzolino idoneo da protesi, con le setole consistenti e a fiamma che permettano una disorganizzazione del biofilm batterico sui ganci e sulle resine. Vanno evitati prodotti abrasivi che possano causare piccoli graffi sul manufatto protesico che, oltre a opacizzare la lucentezza della protesi, rendono la rendono più esposta all’attacco della placca batterica. 

Per pulire la protesi si consiglia l’utilizzo dello spazzolino dopo ogni pasto. È necessario igienizzare la protesi: si può ricorrere all’utilizzo delle compresse effervescenti specifiche solubili in acqua. Immergendo la protesi nella soluzione si riescono a sciogliere i residui di cibo rendendo più semplici le manovre di igiene eliminando anche i cattivi odori. 

Quale prodotto consigliare ai pazienti?

Vediamo quindi come pulire le protesi dentali mobili. Per igienizzare e disinfettare il dispositivo protesico sono particolarmente efficaci i prodotti che contengono olio d’oliva ozonizzato come lo spray Ialozon Clean di Gemavip, una soluzione igienizzante, detergente e deodorante per i dispositivi odontoiatrici. Lo spray Ialozon Clean protegge i dispositivi da batteri, funghi, lieviti e virus ed è utile anche per igienizzare spazzolini, bite, mascherine ortodontiche invisibili, apparecchi ortodontici mobili. 

Per pulire le protesi dentali è sufficiente lavare la protesi con l’apposito spazzolino e riporla nel suo contenitore dopo averla igienizzata con 3-4 spruzzi di spray Ialozon Clean, senza risciacquare o asciugare. 

 



To Top